Per un mondo pulito, la tecnologia al servizio della natura

       

 

   
Preventivi
Ordinazioni
Contatti
 

 

 

 

 

geotermia, geotermica, entalpia, bassa temperatura, sonde verticali, calore dalla terra, riscaldamento geotermico, pompa di calore geotermica, sonde geotermiche, vendita pompe geotermiche, PDC geotermica, detrazioni fiscali  geotermia,

 

 
Il riscaldamento geotermico, o sistema termodinamico a sensori interrati, consiste nel prelevare le calorie presenti nel suolo e nel trasferirle all'abitazione. La larga diffusione di questo sistema, che riguarda le strutture in fase di costruzione come quelle in fase di ristrutturazione, in quelle singole come in quelle condominiali, si spiega per i suoi vantaggi economici ed ecologici.
  • Risparmio dal 50% sul metano fino all'80% sul gasolio e GPL
  • Nessuna canna fumaria, caldaia e/o serbatoi vicino casa
  • Nessuna o quasi, manutenzione ed assistenza
  • Nessuna emissione di fumi o sostanze nocive, né odori sgradevoli

Prelevare l'energia dal suolo - Per utilizzare questa riserva di calorie accumulate dalla terra, il sistema geotermico utilizza un circuito frigorifero basato su un principio termodinamico. Il calore, costantemente rinnovato dal sole, dalla pioggia e dall'azione del vento, è prelevato grazie ad un sensore interrato a circa 65 cm di profondità o a una sonda geotermica verticale. Si tratta di una rete di serpentine, invisibile e inalterabile, interrata in una zona del giardino. La grande quantità di energia presente nel terreno e il principio di funzionamento della pompa di calore geotermica garantiscono la totale efficienza di quest'ultima nel tempo.

Restituire l'energia sotto forma di riscaldamento domestico - Una pompa di calore permette di sfruttare l'energia rinnovabile "gratuita" trasferendola all'interno dell'abitazione attraverso un circuito di distribuzione. Le calorie catturate dal sensore all'esterno, e attraverso la pompa di calore, coprono interamente le esigenze del riscaldamento domestico.

A seconda delle necessità di riscaldamento e della configurazione della struttura abitativa, sono disponibili tre soluzioni tecnologiche. 

Orizzontale Verticale Falda freatica

Rete orizzontale di sensori (50/60 cm di profondità)

Una sonda verticale (70/100 m di profondità)

Pompaggio di acqua in falda freatica (trivellazione o pozzo)

Sistemi più comuni per la tecnologia orizzontale: (clicca sulle immagini per ingrandirle)

La tecnologia a espansione diretta (suolo/suolo) - Nel sistema ad espansione diretta, il trasferimento di calore avviene grazie al fluido frigorigeno circolante in circuito chiuso attraverso il sensore e il pavimento radiante. Si tratta di un circuito frigorifero semplice, nel quale il sensore esterno e il pavimento radiante fungono rispettivamente da evaporatore e da condensatore: evaporazione e condensazione avvengono progressivamente, garantendo il buon funzionamento del sistema. Il compressore e la valvola di espansione vanno a costituire una pompa di calore installata nel garage, nella cantina o in un locale tecnico. E' possibile utilizzare più di una pompa di calore, a seconda che si vogliano scaldare più zone a temperature diverse. Il sistema a espansione diretta consente di ottenere il massimo rendimento con una superficie di captazione ridotta.

La tecnologia acqua/acqua - La soluzione acqua/acqua prevede che il calore venga trasmesso attraverso un circuito idraulico (acqua glicolata nei sensori esterni, acqua nel pavimento radiante). La pompa di calore comporta, oltre al compressore e alla valvola di espansione, due scambiatori di calore; al loro interno, i processi di evaporazione e di condensazione rilasciano l'energia che servirà a scaldare l'acqua. La tecnologia acqua/acqua permette inoltre di utilizzare i radiatori già presenti (a una temperatura circa di 50°C). La superficie di captazione richiesta è superiore rispetto a quella prevista dal sistema a espansione diretta. Tuttavia è possibile ridurla, nei casi in cui la configurazione del terreno lo permette, utilizzando sonde verticali che penetrano maggiormente nel suolo (sonde geotermiche).

La tecnologia mista (suolo/acqua) - Si tratta di una combinazione dei due sistemi precedenti. La soluzione suolo/acqua, infatti, associa l'utilizzo di un fluido frigorigeno all'interno dei sensori a quello di un circuito idraulico per il pavimento radiante o i radiatori. Come nel sistema ad espansione diretta, l'evaporazione avviene direttamente nei sensori esterni. Il generatore prevede un condensatore grazie al quale l'energia è rilasciata e destinata a scaldare l'acqua che circola nel pavimento radiante o i radiatori. La tecnologia mista, come quella acqua glicolata/acqua, permette di sfruttare la rete di radiatori già installata.